igiene-pavia

È meglio l’igiene o lo sbiancamento dentale?

  • 0/5
  • 0 ratings
0 ratingsX
Very bad! Bad Hmmm Oke Good!
0% 0% 0% 0% 0%

Uno degli aspetti che negli ultimi anni le persone stanno curando con sempre maggiore attenzione è il sorriso.

 

Presentarsi nelle relazioni interpersonali con denti bianchi e splendenti può essere considerato un vero e proprio sinonimo di bellezza e salute dei propri denti. Per assicurare una corretta salute dei denti e per mantenere constante nel tempo la loro lucentezza bisogna seguire alcune regole quotidiane come quella di spazzolare bene i denti almeno tre volte al giorno, in corrispondenza della fine dei principali pasti, utilizzare il filo interdentale per rimuovere accuratamente i residui di cibo e sciacquare la bocca con il collutorio. Purtroppo però questi regole da sole non bastano per mantenere costante nel tempo lo splendore del nostro sorriso a causa dei ritmi che la vita quotidiana ci impone con i pranzi fuori casa, il numero di caffè presi, il fumo e così via.
Vediamo cosa fare…

Molto spesso per ovviare a tutti questi fattori che rendono nel tempo il nostro sorriso più spento e i nostri denti sembrino ingialliti, utilizziamo dei rimedi che derivano dalla tradizione che prevedono l’utilizzo di prodotti naturali come bicarbonato o succo di limone.

 

In realtà, queste tecniche oltre a non produrre alcun effetto sul sorriso possono, invece, intaccare nel tempo lo smalto dentale. Ma allora qual è la soluzione per non sentirsi a disagio quando si è in pubblico e assicurare uno splendido colore bianco ai nostri denti e contemporaneamente un sorriso perfetto?

 

Prima di passare all’analisi delle possibili soluzioni è bene stabilire un concetto fondamentale: prioritariamente bisogna assicurare una regolare igiene orale dei nostri denti partendo dalle abitudini casalinghe rappresentate dall’uso costante di spazzolino e dentifricio. Solo dopo essersi assicurati di seguire questa regola possiamo rivolgerci alle mani esperte di un professionista.

 

Il quesito principale che una persona si pone quando intende avere un sorriso lucente è quello se effettuare delle sedute di igiene orale o di sbiancamento. La maggior parte delle persone, infatti, confonde le due tecniche che invece hanno scopi, presupposti e modalità di esecuzione totalmente diversi.

Partiamo dalla seduta di igiene orale

L’utilizzo dello spazzolino, del filo interdentale e del collutorio, pur garantendo che i denti siano puliti non arrivano ad eseguire una pulizia approfondita nei vari punti della bocca nei quali si andranno a depositare placca e tartaro che nel tempo, oltre a far perdere lucentezza ai denti, possono anche dar luogo a patologie della bocca.

 

Una seduta di igiene orale è un’operazione di carattere curativo che assicura la rimozione dei due principali nemici della bocca, la menzionata placca e il tartaro, preservando i denti dalla carie e garantendo un sorriso più pulito e fresco. I professionisti del settore, medici dentisti e igienisti, dichiarano che sarebbe opportuno eseguire una seduta di igiene dentale almeno 1 volta ogni sei mesi in modo da irrobustire i denti e diminuire l’ipersensibilità dentale.

Dall’igiene allo sbiancamento

Completamente diversa è invece la tecnica di sbiancamento dentale che è un procedimento esclusivamente di carattere estetico. Questo prevede l’uso di preparati di natura chimica che agiscono sullo smalto dentale rendendolo più bianco: partendo da questi presupposti è scontato che è fondamentale rivolgersi ad un professionista del settore, evitando completamente i kit fai da te presenti in commercio.

Come si procede in una seduta di sbiancamento dentale?

Preliminarmente è opportuno eseguire una seduta di igiene orale per poi passare al trattamento vero e proprio. Il professionista di questa tecnica utilizzerà materiali testati, nei giusti dosaggi, applicandoli direttamente sui denti in modo che al termine del trattamento il sorriso della persona che si sottopone allo sbiancamento sia perfetto. Solitamente si utilizzano il periossido di idrogeno e carbammide, che disgregano le pigmentazioni del dente facendo brillare il sorriso. Si tratta di un trattamento sicuro e affidabile che non agisce né sullo smalto dei denti né sulle gengive.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie . Il non consenso porta al non corretto funzionamento di questo sito web. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi